25° Consiglio: agopuntura e medicine complementari curano l’infertilità?

OPG0kT2No4ZdFRCbfygEJm3VgzNTtiugc7G4u2E7BEE

25° Consiglio: agopuntura e medicine complementari curano l’infertilità?

“ …Non si dovrebbe curare una parte senza prima curare il tutto…”

 Platone, Repubblica, 382 a.C.

La dott.sa De Lauretis (scopri chi è) risponde alle domande di Sabino Maria Frassà (scopri chi è):

  1. Cosa sono le Medicine Complementari? 
  2. Come funziona l’Agopuntura ?
  3. Quali sono gli effetti dell’Agopuntura sulla fertilità femminile ?
  4. Tutti possono utilizzare l’Agopuntura?
  5. Come funzionano e sono utili le altre Terapie Complementari?

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, AIUTACI … per continuare a sostenere giovani ricercatori, curare mamme/bambini ed informare, tu sei fondamentale!

Dona anche attraverso un bonifico: IBAN: IT44R0304301601025570000686, c/c Fondazione Giorgio Pardi

Cosa sono le Medicine Complementari? …. in una Medicina sempre più specialistica e tecnologica, si commette quasi sempre l’errore di separare il corpo dalla mente. Niente di più vero in Medicina della Riproduzione in cui la divisione è ancora più netta. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito come CAM ( Complementary Alternative Medicine)” l’insieme delle conoscenze, abilità e pratiche basate su teorie, credenze ed esperienze caratteristiche delle diverse culture utilizzate a scopo preventivo, diagnostico e curativo per il miglioramento o il trattamento delle malattie”. In Italia,La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici ha ammesso ed in parte regolamentato una serie di medicine complementari: Farmacoterapia Tradizionale cinese/ Agopuntura, Omeopatia e Omotossicologia, Antroposofia, Ayurvedica, Fitoterapia e Terapie manuali.

Come funziona l’Agopuntura ? Medicina di tradizione millenaria, ha fama di curare ed alleviare il dolore. Ma non è solo questo. Il principio si basa sul concetto che l’intero organismo è attraversato da canali ( Meridiani) che sono distribuiti nel corpo  come una rete di irrigazione, all’interno dei quali circola “ energia”: entità di tipo “fisico / elettromagnetico” che  al pari di una corrente collega armonicamente tutti i sistemi di  organi e visceri. Quando si è in salute, tutta l’energia circola in modo armonico. Una sofferenza a carico di organi ed apparati comporta una contemporanea alterazione della circolazione energetica e la comparsa di sintomi correlati: dalle sindromi dolorose alle patologie disfunzionali. Attraverso l’infissione di aghi in specifici punti di accesso ai meridiani è possibile  riequilibrare la circolazione energetica nella rete generale.

Quali sono i potenziali effetti dell’Agopuntura sulla fertilità femminile? Esistono effetti “centrali”:

  • regolazione dell’asse endocrino ipotalamo-ipofisi-surrene attraverso un cambiamento degli oppioidi endogeni : questo favorisce la regolazione e/o il ripristino dell’ovulazione. I disturbi dell’ovulazione si collocano al primo posto tra i problemi di infertilità femminile. I dati della letteratura scientifica sono concordi nel sottolineare l’efficacia dell’Agopuntura nel trattamento dell’amenorrea e dell’anovulazione cronica legata all’ovaio micropolicistico.
  • cambio della carica del potenziale neuronale, degli elettroliti e dei neuropeptidi ( beta-endorfine)
  • rilascio di neuro-trasmettitori centrali (serotonina, encefaline, sostanza P)

Questi effetti contribuiscono a loro volta ad una significativa riduzione dello stress:  elemento di grande  interferenza sui processi di ovulazione. Esistono anche effetti “periferici”: regolazione della macro e microcircolazione arteriosa e venosa, effetto antispastico ed anti-infiammatorio. Questi effetti, oltre ad eliminare le contrazioni spastiche dell’utero, contribuirebbero ad un ripristino armonico della circolazione pelvica, della perfusione uterina e della corretta microcircolazione endometriale, fenomeni che tendono a facilitare il delicato meccanismo dell’impianto embrionario. L’uso dell’Agopuntura in associazione a tecniche di Riproduzione Assistita ha mostrato un’ efficacia significativa in alcuni studi scientifici controllati benché ad oggi non si possa escludere totalmente un effetto placebo (cioè la reazione dell’organismo alla terapia che è legata alle attese dell’individuo e non all’effetto specifico della terapia) e un risultato positivo legato al basso numero di pazienti arruolati in questi studi.

Tutti possono utilizzare l’Agopuntura? Il rapporto dei pazienti con gli aghi è sicuramente un fattore importante…in generale, una volta superato il primo approccio si tende ad essere più “confidenti” con la metodica e ad apprezzarne gli effetti benefici. Effetti generali di tipo lipotimico scompaiono con il ripetersi delle sedute e gli effetti locali sono variamente descritti: bruciore, formicolio, scossa, dolore vero e proprio. Si tratta di effetti  inevitabili legati all’efficacia del trattamento e segnale del corretto posizionamento degli aghi.

Come funzionano e sono utili le altre Terapie Complementari? Se escludiamo la Fitoterapia, che si basa su principi analoghi a quelli della farmacologia ufficiale  e ne condivide gli effetti, le Altre Medicine si caratterizzano per una profonda differenza  concettuale nel definire la Malattia e la sua guarigione. La malattia non è vista come un’entità a sé che si impadronisce dell’essere umano, ma è l’essere umano che esprime la sua malattia. I Rimedi farmacologici sono somministrati per curare la Persona che si ammala e NON i sintomi della malattia. L’effetto della cura, quindi, si esercita sulla forza vitale della persona malata, fornendo la capacità di reazione necessaria a raggiungerela guarigione. Questadifferenza concettuale rende molto difficile la pianificazione di studi controllati, seppure la letteratura sull’efficacia delle Medicine Complementari diventa sempre più voluminosa e l’uso sempre più diffuso sulla base di un’ efficacia valutata e confermata empiricamente.