“CUCCURUCUCU – Cosa spinge l’essere umano ad andare avanti?” Cramum risponde con Kant a Battiato

Schermata 2019 08 30 Alle 08.19.41

“CUCCURUCUCU – Cosa spinge l’essere umano ad andare avanti?” Cramum risponde con Kant a Battiato

Il progetto non profit Cramum in occasione della VII edizione del premio Cramum presenta il libro “CUCCURUCUCU – Cosa spinge l’essere umano ad andare avanti?” a cura di Sabino Maria Frassà.  Il volume CUCCURUCUCU partendo dal celebre testo di Franco Battiato riflette sulla Critica della ragion pratica del filosofo tedesco Immanuel Kant. Il libro affianca opere d’arte alle riflessioni di Emma Baeri Parisi, Eugenio Borgna, Raffaella Ferrari, Sabino Maria Frassà, Alba Solaro. Un viaggio con il cantautore, la fede, la speranza, il caso sono gli elementi da cui partire per riflettere cosa spinga l’essere umano in avanti e non soltanto avanti.

DOVE ACQUISTARE IL LIBRO?
Il libro è disponibile online scrivendo a infocramum@gmail.com e facendo una donazione alla Fondazione Cure Onlus. Cramum infatti è un progetto senza fini di lucro. Il libro viene perciò inviato (spedito a casa o si può ritirare di persona presso Villa Bagatti Valsecchi il 14 settembre) solo a chi farà una donazione di almeno 20 euro alla Fondazione Cure Onlus, che promuove l’iniziativa e che da anni sostiene la ricerca scientifica e l’arte in Italia.

Per fare una donazione c/c della Fondazione Cure Onlus IT46V0306909606100000012374 Oggetto: Cramum. Fatta la donazione si ricorda è necessario scrivere alla Fondazione fornendo l’indirizzo di spedizione e i propri dati personali.

Alba Solaro: “L’ultima sera, prima di partire, Battiato ragionava su quello che avevamo vissuto (il concerto a Baghdad il 4 dicembre 1992). «La scelta finale di un individuo», mi aveva detto, «è tra violenza e apparente passività. Se vengono a casa mia con un mitra e dicono questa non è più casa tua, posso fuggire in montagna a combattere oppure cercare un altro luogo dove ricominciare.”

Opera di Davide Tranchina
Raffaella Ferrari: “la vera domanda per me in conclusione diventa: possiamo guardare in alto col fardello dell’irrisolto dentro di noi? Cosa ne potrebbe scaturire? Potrebbe andare tutto bene, in qualche modo si procede, ma fino a che punto? Senz’altro non si va “avanti”.”

Opera di Aldo Runfola
Sabino Maria Frassà: “sia il caos, il caso, l’amore, l’impotenza, la frustrazione, la religione, la paura, in ogni caso e in qualche modo – dentro o fuori la grotta – si va. Fermo l’essere umano non riesce e non può stare. Anche il cielo da sopra di noi viene interiorizzato in una religiosità sempre più personale, critica e meno codificata.”

Opera di Andreas Senoner