Skip to main content

White Torture di Alessandro Simonini in mostra a Treviso all’interno della collettiva Italian Twist

By 27 Luglio 2021CRAMUM

Fondazione Imago Mundi riapre le Gallerie delle Prigioni con la mostra Italian Twist (dal 10 giugno al 26 settembre), ampia collettiva incentrta sull’eterogeneità della produzione artistica italiana. In mostra anche Alessandro Simonini, selezionato tra gli Artisti in Evidenza della scorsa edizione del premio Cramum, che presenta l’inedita opera WHITE TORTURE.

WHITE TORTURE di Alessandro Simonini, foto di Marco Pavan

Si tratta di un’installazione site-specific che si rifà all’idea della Vergine di Norimberga, celebre strumento di tortura. L’opera è così composta da oltre 1200 calchi in gesso del dito indice. Il dito puntato, la più archetipica forma del giudizio, viene qui estremizzato e moltiplicato: come spiega l’artista “dentro WHITE TORTURE ciascuno è al centro del giudizio, e chi giudica sarà a sua volta giudicato”. Non a caso luogo dell’installazione è una delle celle della prigione, che riesce ad amplificare e rafforzare il messaggio, sia in termini letterali come condanna giudiziaria, sia in termini psicologici. Del resto la “stanza bianca” di Simoni richiama una sorta la tortura psicologica che consiste nella deprivazione sensoriale e nell’isolamento.


Italian Twist

a cura di Elisa Carollo e Mattia Solari

Artisti in mostra: Paola Angelini, Ruth Beraha e Allison Grimaldi Donahue, Gianluca Concialdi, The Cool Couple, Giuseppe Di Liberto, Irene Fenara, Christian Fogarolli, Riccardo Giacconi, Diego Gualandris, Iva Lulashi, Ruben Montini, Ludovico Orombelli, Fabio Roncato, Alice Ronchi, Alessandro Simonini, Marta Spagnoli, Luca Trevisani, Serena Vestrucci.Gallerie delle Prigioni, 10 giugno / 26 settembre 2021

Piazza del Duomo 20, Treviso

ingresso libero: giovedì e venerdì: 16—19; sabato e domenica: 10—13 / 15—19

https://www.imagomundiprojects.com/