“Narcisi Fragili” – In mostra il “corpo universale” di Francesca Piovesan

By 5 Settembre 2020CRAMUM

Dopo il successo delle mostre personali al Museo Francesco Messina e al Gaggenau Hub Francesca Piovesan torna in mostra a Milano all’interno del percorso espositivo  “Narcisi Fragili” che sarà inaugurato il 22 settembre alla My Own Gallery di Via Tortona 27. La mostra collettiva, curata da Sabino Maria Frassà, si inserisce all’interno del Palinsesto “I Talenti delle donne” del Comune di Milano ed è promossa da Superstudio e Cramum. Le altre artiste in mostra sono Laura de Santillana, Flora Deborah, Giulia Manfredi e Francesca Piovesan.

Proponiamo di seguito il commento scritto dal curatore Frassà, che da anni collabora con l’artista, alle opere selezionate per la mostra.

 IL CORPO UNIVERSALE DI FRANCESCA PIOVESAN

Francesca Piovesan, Frammenti, 400×140 cm, 2020

Francesca Piovesan si è imposta all’attenzione della critica per le sue opere che hanno per oggetto e strumento di indagine il corpo umano. Grazie allo sviluppo di peculiari tecniche ispirate all’applicazione dello sviluppo off-camera a partire dal corpo umano, l’artista riesce a realizzare opere che imprigionano letteralmente nell’opera finale (di carta o su vetro) parti dell’artista, come sali e grassi. Sebbene il punto di partenza sia lo sviluppo fotografico di un corpo, il risultato finale non è mai un autoscatto, quanto quello che potremmo definire come “corpo universale”: le opere di Francesca Piovesan sono infatti mappe di corpi in cui è difficile se non impossibile riconoscere la soggettività e il singolo individuo.

Si tratta di forme che richiamano e cercano di rappresentare l’essenza dell’umanità nella sua interezza come una sindone o scomposta in frammenti. Sempre forte il richiamo visivo al concetto di “tabù” e dell’indicibile: spesso di fronte alle sue opere si ha la percezione di vedere impronte di scheletri, maschere mortuarie o frammenti di mummie. Del resto le opere di Francesca Piovesan partono dalla vita, colgono e catturano un attimo di un corpo, che viene trasfigurato e in qualche modo reso “universale” in una dimensione al di là del tempo e della vita stessa.


MyOwnGallery, Superstudio Più

Via Tortona 27 bis Milano

23 settembre – 29 ottobre 2020
MA – VE h 11.00 – 19.00  SA – DO h 15.00 – 19.00

Inaugurazione Martedì 22 settembre dalle ore 17.00 alle ore 21.00