Sei incinta? Lavati i denti, il tuo bambino ti ringrazierà!

Denti1

Sei incinta? Lavati i denti, il tuo bambino ti ringrazierà!

<<La ricerca scientifica ha dimostrato che trascurare la salute orale della madre può provocare problemi al bimbo che si porta in grembo (nascita di un bimbo troppo piccolo o prematuro).
COSA FARE? COSA EVITARE?>>

Alessandra Lissoni (scopri chi è) e Silvio Abati (scopri chi è), Università degli Studi di Milano ed Ospedale San Paolo | Sabino Maria Frassà (scopri chi è), Fondazione Giorgio Pardi

 

 

Il Professor Silvio Abati e la dottoressa Alessandra Lissone aderiscono alla campagna di informazione e sostegno ai futuri genitori “ama nutri cresci“: tratteranno il sottovalutato tema dell’importanza dell’igiene orale dei futuri genitori per avere figli sani. Il Professor Silvio Abati è del resto responsabile del Day Hospital Igiene Orale dell’Ospedale San Paolo, dotato di un’apposita sezione dedicata alla diagnosi e alla prevenzione orale per la donna in gravidanza (per contatti).

Quando si aspetta un bimbo, la salute della mamma deve essere preservata quanto più possibile per un sereno svolgimento della gravidanza ed evitare spiacevoli sorprese. Negli ultimi venti anni la ricerca scientifica ha dimostrato che in alcuni casi trascurare la salute orale della madre può provocare problemi al bimbo che si porta in grembo. Una scarsa igiene orale può causare una malattia chiamata parodontite. Questa malattia è causata dai microbi presenti nella placca dentogengivale. Se i depositi di placca non vengono rimossi efficacemente con corrette manovre di igiene orale personale, provocano l’infiammazione delle gengive che iniziano a sanguinare. Nei casi più severi, che occorrono quando la malattia non è trattata in tempo ed in maniera adeguata dai professionisti del cavo orale, gli odontoiatri e gli igienisti dentali, si può addirittura arrivare alla perdita degli elementi dentali ed al riassorbimento dell’osso che supporta i nostri denti. Questa patologia può colpire un solo dente o più denti.
E’ stato dimostrato che le parodontiti gravi possono essere associate a disturbi seri della gravidanza, come la nascita di un bimbo troppo piccolo o prematuro.

COSA FARE

Le istruzioni di igiene orale domiciliare, vale a dire i consigli per il mantenimento della salute dei denti e delle gengive, dovrebbero comprendere l’uso di uno spazzolino a setole medio-morbide, mai setole dure, almeno due volte al giorno per 2 minuti. L’uso quotidiano del filo interdentale o di adatti strumenti per l’igiene degli spazi tra un dente e l’altro, è fondamentale per rimuovere i residui di cibo, la placca ed i batteri dagli spazi interprossimali, dove le setole dello spazzolino non arrivano. Assicuratevi poi di acquistare un dentifricio con fluoro, utilissimo per la prevenzione della carie, ed eventualmente uno sciacquo con un collutorio può esservi d’aiuto, ad esempio per lenire uno stato infiammatorio; meglio che sia un prodotto alcol-free (senza alcol).

COSA EVITARE

Infine, si sconsigliano le radiografie endorali, a meno che l’odontoiatra non le ritenga indispensabili per la diagnosi urgente di un grave stato di malattia dei denti o delle gengive, sebbene ad oggi i dosaggi delle macchine radiografiche siano molto bassi e molti studi hanno adottato la tecnica della radiologia digitale.

Sono sconsigliate anche le sedute dello sbiancamento professionale dei denti, sia durante la gravidanza, sia durante l’allattamento: meglio rimandarle a dopo lo svezzamento del bambino.

Purtroppo, resiste ancora una certa avversione a farsi visitare da un professionista del cavo orale quando si è in attesa di un bambino. E’ sbagliato e privo di fondamento scientifico credere che sia meglio evitare le cure odontoiatriche durante la gravidanza.

Bisognerebbe recarsi presso il proprio dentista o igienista dentale, con una cadenza trimestrale, almeno una volta per ognuno dei tre trimestri della gestazione. Sarebbe preferibile fare una visita di controllo entro le prime 12 settimane, avvisare l’odontoiatra o l’igienista dentale attraverso la scheda anamnestica, dove riporterete il vostro stato di salute generale e gestazionale. Il dentista potrà quindi fare una visita e valutare lo stato delle vostre gengive e dei vostri denti ed escludere la presenza di carie o stati infiammatori. La seduta di igiene orale professionale, cioè la pulizia dei denti o ablazione del tartaro non ha assolutamente nessun tipo di controindicazione, e può essere eseguita in qualsiasi momento della gravidanza. L’uso degli apparecchi sonici ed ultrasonici, utilizzati per la rimozione del tartaro e della placca, non danneggia in alcun modo il bimbo che portate in grembo.

In conclusione vi ricordiamo semplicemente di preservare quanto più possibile il vostro sorriso sano e bello sia per voi stesse sia per il giorno in cui abbraccerete la vostra creatura.