Paolo Peroni arriva in mostra a Milano, passando da via Gluck

Paolo Peroni 2016 Figura I

Paolo Peroni arriva in mostra a Milano, passando da via Gluck

Paolo-Peroni-vincitore-con-Sudari-da-Caccia

Sudari da Caccia, l’opera con cui Paolo Peroni vinse il premio cramum nel 2014

La Fondazione Giorgio Pardi e l’associazione cramum ancora vicini ai giovani e alla cultura in Italia. Con il supporto del Comune di Milano presentano l’11 maggio alle ore 18:00 allo Studio Museo Francesco Messina la mostra ORIZZONTI A PARTE, di PAOLO PERONI, curata da Sabino Maria Frassà. La mostra è parte del 4premio cramum che ogni anno attribuisce al vincitore (Paolo Peroni ha vinto il premio nel 2014) la possibilità di allestire in massimo due anni una mostra site-specific allo Studio Museo Francesco Messina.

paolo peroni cramum 16 (2)

Paolo Peroni (scopri chi è)

“Orizzonti a parte” indaga la crisi della città e dell’uomo di oggi: “Da Torino a Milano ci sono 138 chilometri di strade e cemento. Chilometri di periurbano, di territorio che non è né città né campagna. Paolo Peroni polemmiza e intitola l’opera principale <<Correre come merda nei tubi>>” ricorda il curatore Sabino Maria Frassà, che aggiunge: “Non c’è più spazio per un orizzonte diverso dalla città stessa, come cantava Celentano già 50 anni fa in Il ragazzo della via Gluck <<non so perché continuano a costruire le case e non lasciano l’erba>>. La Chiesa di San Sisto, oggi Studio Museo Francesco Messina, è la cornice ideale per la riflessione di Paolo Peroni, che colloca 12 grandi installazioni in dialogo con la chiesa barocca e i celebri bronzi del Messina. Unica colonna sonora possibile è il rumore dell’autostrada A4 (Torino-Milano) proveniente dagli stessi tubi metallici parte dell’opera “Correre come merda nei tubi”. Come ricorda l’artista riguardo alle altre opere in mostra: “I miei uomini sono fatti di cemento e catrame; non sono in scala, ma sono costruiti riprendendo dimensioni di persone vere. Oggi l’uomo è ancora fatto dal 75% di acqua o è fatto del cemento che “respira”? Del catrame su cui cammina?”

 

DOVE & QUANDO

ORIZZONTI ALTROVE” PERSONALE DI PAOLO PERONI

A cura di Sabino Maria Frassà

Studio Museo Francesco Messina, Via San Sisto 4 (Milano)

promossa da Fondazione Giorgio Pardi e Premio cramum

Dal 12 al 29 maggio 2016

Mart-Dom: 10 – 18

Inaugurazione 11 maggio dalle 18:00 alle 21:00

La visita è gratuita

Alberto Puricelli – ufficio stampa congiunto
Cramum & Fondazione Giorgio Pardi