Celebriamo tutte le mamme, ricordando il piccolo Gabriele Francesco

Immagine1

Celebriamo tutte le mamme, ricordando il piccolo Gabriele Francesco

Partecipa al dibattito di lunedì: “Un figlio: un diritto a tutti i costi?”

Domani a Milano “ama nutri cresci” celebrerà le future mamme ed il desiderio di diventare mamma. Non tutti i bambini hanno però la fortuna di essere desiderati ed accolti.

Per la Festa della Mamma condividiamo con voi le bellissime parole di Massimo Gramellini che, con la sua nota maestria, racconta e ricorda la struggente storia di Gabriele Francesco, nato e morto l’11 aprile 2013 (La Stampa – 10 maggio).

Chi sono infine i genitori del piccolo Gabriele Francesco?

Forse essere madre-genitore non deriva tanto dalla gravidanza, dal parto, quanto dall’amore incondizionato che si prova per un altro essere vivente. Ci piace quindi pensare che Gabriele Francesco alla fine abbia avuto ed abbia “ancora” tanti genitori.

A domani, S.M. Frassà (scopri chi è)

Massimo Gramellini, “Ci sono ancora“, Buongiorno di copertina di “La Stampa”, 10 maggio 2013

<<Buongiorno, mi chiamo Gabriele Francesco. Sono nato a Novara l’11 aprile 2013 e oggi avrei un mese, se fossi ancora vivo. Invece sono morto lo stesso giorno in cui sono nato. Adesso tutti starete pensando che mamma e papà non si sono comportati bene: in effetti mi hanno lasciato solo, sotto un cavalcavia, con indosso pochi stracci e senza un biberon nei paraggi. Ma io non mi permetto di giudicarli. Certo è che noi neonati siamo indifesi: ci buttano dai ponti, ci fanno esplodere sotto le bombe, ci vendono per pochi soldi. Siamo carne da telegiornale. Prima di chiudere gli occhi, mi sono raggomitolato tra i rifiuti per cercare conforto e ho pensato: ma è davvero così brutto questo mondo che sto già per lasciare? Poi mi sono sentito sollevare e sulla nuvola da cui vi scrivo ho visto che la bellezza c’è ancora. C’è bellezza nel camionista che mi ha trovato e nell’ispettore che mi ha messo questo nome meraviglioso: è importante avere un nome, significa che sei esistito davvero…

Leggi tutta la storia sul sito di “La Stampa”

 

Partecipa al dibattito di lunedì: “Un figlio: un diritto a tutti i costi?”