ASPETTANDO L’ISPIRAZIONE … per rispondere ai dubbi dell’uomo contemporaneo

HH Lim Le Conseguenze Della Memoria 4X9K Tecnica Mista Su Tavola 125 Cm X 175 Cm 2016

ASPETTANDO L’ISPIRAZIONE … per rispondere ai dubbi dell’uomo contemporaneo

“Il destino di ogni artista è danzare un valzer sul filo del rasoio per continuare a cercare di uscire dal tunnel”

hh-lim-anche-i-denti-storti-raccontano-chi-sei-2015Inaugura il 15 novembre 2016, presso lo Studio Museo Francesco Messina, la mostra ASPETTANDO L’ISPIRAZIONE” di H.H. Lim, curata da Sabino Maria Frassà. “Aspettando l’ispirazione sarà inaugurata il 15 novembre alle ore 18:30 e rimarrà aperta fino all’11 dicembre. La mostra è parte del progetto cramum, che la Fondazione Giorgio Pardi (scopri cosa fa) porta avanti per valorizzare in Italia e nel mondo le eccellenze culturali e artistiche. 

DOVE? Studio Museo Francesco Messina, Via San Sisto 4 (angolo via Torino)

QUANDO? Dal 15 novembre (inaugurazione ore 18:30) all’11 dicembre

La mostra, che rimarrà aperta al pubblico fino all’11 dicembre, indaga il ruolo dell’arte e dell’artista oggi. H.H. Lim ricostruisce il proprio studio romano all’interno del Museo, instaurando un forte dialogo con lo spazio – la Chiesa sconsacrata di San Sisto – e con le opere del Maestro Francesco Messina. Allo spazio barocco e all’arte figurativa del Maestro Messina H.H. Lim accosta le sue famose sedie, i pannelli di gesso bianco e le tele nere, su cui riporta e scrive i propri dubbi e interrogativi. Allo spettatore l’onere e il piacere di elaborare la risposta. L’artista H.H. Lim introduce così la sua mostra: “Ho sempre pensato che il destino di un artista fosse quello di danzare un valzer sul filo del rasoio. L’incessante cercare l’ispirazione per trovare le risposte ed uscire dal tunnel dell’esistenza è il ring e il senso stesso della vita del vero artista.”

Il curatore, Sabino Maria Frassà, spiega così la mostra: “Aspettando l’ispirazione riesce ad essere una caustica, ironica e puntuale analisi su cosa sia oggi l’arte contemporanea. H.H. Lim condivide il proprio smarrimento e i propri dubbi riguardo l’autorefernzialità dell’arte e in merito alla possibilità che l’arte contemporanea possa fornire certezze trascendenti. Chi crea e consuma arte oggi più che mai dovrebbe essere colui che indaga per indagare, per sapere, per portare l’uomo e l’umanità a un livello superiore. Al contrario l’ammiccamento al mercato tipico di tanta arte di oggi semplicemente non è arte contemporanea, quanto piuttosto uno sbiadito neo-barocco, che nasce vecchio e morirà – presto – vecchissimo”.

BIOGRAFIA

H.H. Lim è un artista cinese, nato in Malesia. Si è laureato all’Accademia di Belle Arti di Roma. Dal 1976, vive e lavora tra Roma Penang. È fondatore e animatore dello spazio espositivo romano Edicola Notte, che dal 1990 rappresenta una delle realtà più dinamiche e propositive della capitale. Dal 2015 collabora e aderisce al progetto “cramum” della Fondazione Giorgio Pardi. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, tra cui Singapore Biennale 2016 Singapore; 12°edizione della Dakar Biennale, Dakar Senegal 2016; Biennale di Praga 6, Praga, Repubblica Ceca 2013; Biennale di Venezia, Padiglione della Repubblica di Cuba, Venezia, Italia 2013; GNAM Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Italia 2011; UCCA Centro Ullens per l’Arte Contemporanea, Pechino, Cina 2010;  3° Biennale di Tirana, Galleria Nazionale d’Arte, Tirana, Albania 2005.

La mostra è resa possibile grazie alla collaborazione con RAM radioartemobile, Zoo Zone Art ForumSauro Radicchi, Manuela Caminada.