19° Consiglio: quali infezioni non ti fanno diventare mamma?

Aids Anc

19° Consiglio: quali infezioni non ti fanno diventare mamma?

Questo articolo affronta le problematiche dell’avere figli sani per chi soffre di Epatite C, Clamidia e Gonococco. Si conclude così la sessione dedicata da “ama nutri cresci” alle “infezioni” ed all’impatto delle malattie sessualmente trasmissibili sulla fertilità maschile e femminile. Abbiamo infatti parlato anche di “HIV-AIDS” (leggi l’articolo) e “Papilloma virus nell’uomo” (leggi l’articolo)

Ne parliamo con la dott.sa V. Savasi (scopri chi è) – Ospedale Luigi Sacco di Milano (scopri il Centro) | Revisione Editoriale: S.M. Frassà (scopri chi è)

Un ringraziamento particolare a Il Giornale, che oggi ci ha regalato la sua 14° Pagina!

Quali malattie hanno un impatto importante sulla riproduzione umana? Le infezioni più influenti sulla riproduzione umana sono quelle causate da batteri quali Micoplasma e Clamydia e  Gonococco e da virus quali l’epatite C, l’HIV (vedi articolo) ed il papilloma virus (vedi articolo).

Cosa si intende per malattie a trasmissione sessuale? Tutte le malattie che possono essere trasmesse prevalentemente tramite rapporti sessuali. Naturalmente ciò che si trasmette è l’ infezione, non la malattia, dunque essere infetto a volte non significa essere malato. Sono causate da parassiti, virus, batteri e si trasmettono appunto con rapporti sessuali senza l’ utilizzo del preservativo.

Nella maggior parte dei casi le infezioni sessualmente trasmissibili si curano facilmente, soprattutto se curate tempestivamente.

Come si prevengono? Il miglior modo per prevenirle è utilizzare il preservativo.

Papilloma Virus e fertilità
HIV e figli sani: è possibile?

 

Virus HCV – l’Epatite C

Prima di scoprire come avere figli se si ha l’epatite C, capiamo le dimensioni del problema … spesso sottostimato! L’epatite C colpisce 180 milioni di persone nel mondo. Il virus persiste nel fegato di circa l’85% delle persone infette. A differenza che per l’epatite A e B, non esiste alcun vaccino. Le terapie ad oggi note permettono di curare circa il 50-75% dei casi.

La trasmissione sessuale del virus HCV in soggetti viremici ( cioè con un’ infezione attiva) è ancora molto discussa. I ricercatori non hanno opinioni univoche. E’ certo che la trasmissione è molto bassa in coppie monogame dove uno dei due soggetti è infetto. Ma ci sono dati scientifici che dimostrano la presenza del virus nelle cellule immunocompetenti dello sperma.

Coppie fertili con un soggetto HCV infetto non devono richiedere un aiuto da parte dei medici per concepire. Coppie infertili con un soggetto infetto devono rivolgersi presso un Centro che si occupa di riproduzione assistita da un lato  per aiutarli a concepire, dall’ altro per eliminare la presenza del virus nello sperma se il soggetto infetto è il maschio. Se invece il soggetto infetto è la donna bisogna porre grande attenzione nei Centri di riproduzione asssistita al rischio di infezioni nosocomiali, considerando che il virus è molto resistente all’ aria.

 

Infezioni da Clamydia e Mycoplasma: Sono infezioni spesso asintomatiche che possono a lungo andare provocare alterazioni dell’ epitelio di rivestimento delle tube e di conseguenza alterare la funzionalità delle tube con conseguente sterilità. Si possono prevenire facilmente questi problemi con l’ esecuzione di tamponi specifici eseguiti dal Ginecologo che ricercano questi batteri e attuare  cure antibiotiche per debellarle.

Gonococco: Il Gonococco è il responsabile della Sifilide, malattia in realtà scomparsa negli ultimi decenni  in Italia che ora ricomincia ad avere una certa rilevanza a causa dell’ immigrazione e della prostituzione. Un semplice esame del sangue permette di riconoscere i soggetti malati e permette di attuare una terapia antibiotica per il controllo dell’ infezione che se non curata può portare a gravi lesioni anche del sistema nervoso centrale.