1 donna su 10 soffre di un dolore pelvico cronico invalidante

940x400 Home V01

1 donna su 10 soffre di un dolore pelvico cronico invalidante

EndometriosiInfezione Pelvica CronicaSindrome da congestione pelvica, Cistite interstiziale

Massimo Candiani – Primario Ginecologia ed Ostetricia, Ospedale San Raffaele di Milano

Leggi tutti gli altri consigli di “ama nutri cresci”

Il dolore pelvico cronico è un sintomo? No è da considerarsi una reale condizione patologica, dal momento che per definizione è un dolore persistente al basso addome per almeno 6 mesi. Il dolore Pelvico cronico è una patologia estremamente invalidante con un importante impatto sulla qualità di vita. Prima di arrivare ad una corretta diagnosi le pazienti spesso sono valutate da più e diversi specialisti in maniera inconcludente. Uno studio americano mostra che, sebbene sia una condizione patologica così diffusa, il 61% delle pazienti contattate dichiara di non aver ricevuto una diagnosi definitiva.

Le cure sono molteplici e difficilmente efficaci: si tratta spesso di un insiemi di “cure” che si sommano l’una all’altra nel percorso diagnostico-terapeutico: dallo stile di vita, alla farmacoterapia a rimedi di medicina complementare (ad esempio agopuntura) fino ad arrivare a soluzioni chirurgiche.

Molto deve ancora esser fatto: la ricerca è fondamentale per migliorare la qualità della vita delle pazienti! (continua a leggere l’articolo del Professor Massimo Candiani dopo il video)

 

 ama nutri cresci

(segue articolo) Si evidenzia di conseguenza la la necessità di concentrare tali patologie in Centri di Riferimento e di continuare a ricercare soluzioni diagnostiche e terapeutiche più efficienti ed efficaci, che garantiscano almeno il controllo del sintomo, riducendo il dolore migliorando la qualità della vita delle pazienti.

Le cause del doloro pelvico cronico sono per il 20% dei casi di orgine ginecologica:

– Endometriosi — Il tessuto che riveste l’interno dell’utero viene chiamato endometrio. L’Endometriosi è una condizione in cui il tessuto endometriale è presente anche al di fuori dell’utero. Dal punto di vista clinico l’endometriosi si presenta in genere con dolore pelvico caratteristicamente concentrato nel periodo mestruale. Dal momento che l’endometriosi può interessare il tratto urinario, genitale e rettale, possono essere spesso associati problemi di malfunzionamento vescicale (urgenza e dolore durante la minzione), di dolori durante i rapporti (specialmente in profondità) e dolore alla defecazione.

– Infezione Pelvica Cronica — È un’infezione causata da organismi sessualmente trasmessi. Può coinvolgere l’utero, le ovaie e le tube. Si caratterizza per un dolore persistente che però, diversamente dalla situazione acuta, non dà febbre e brividi.

– Sindrome da congestione pelvica – È  determinata dalla congestione delle vene pelviche. Il dolore è spesso sordo, peggiora quando si sta in piedi e può essere uni- o bilaterale. Dal punto di vista clinico si osserva spesso un’associazione con varici agli arti inferiori o a livello dei genitali esterni.

– Sindrome della vescica dolorosa/cistite interstiziale — Sono termini che caratterizzano una vescica dolorosa in assenza d’infezione. I sintomi di solito includono la necessità di urinare frequentemente, con associata urgenza minzionale e dolore.

Massimo Candiani, Consigliere Fondazione Giorgio Pardi e Direttore Clinica Ostetrica e Ginecologia Università Vita e Salute dell’Ospedale San Raffaele di Milano